Social media: lo strumento non basta...
25 Ottobre 2013 Hotel della Paix Lugano

 

 

I social network costituiscono l’elemento di maggiore dirompenza nel processo di innovazione delle attività di comunicazione.
Oggi è iscritto a Facebook il 66,6% delle persone che hanno accesso a Internet, che corrispondono al 41,3% della popolazione e al 79,7% dei giovani. YouTube arriva a un’utenza del 61,7% delle persone con accesso a Internet, pari al 38,3% della popolazione complessiva.
I più recenti studi dimostrano come attualmente la maggioranza delle aziende hanno un approccio tradizionale all’uso di internet e si concentrano sul sito web, sull’ottimizzazione del posizionamento sui motori di ricerca e tuttavia le esigenze del mercato sono cambiate perché i consumatori diventano sempre più esigenti  e con questo cresce la necessità per le aziende di creare un rapporto sempre più coinvolgente e profondo con il proprio mercato di riferimento.
Nel 2012 gli investimenti pubblicitari si sono ridotti nel complesso di oltre il 9,7%. Internet è l’unico mezzo a registrare una variazione positiva dell’11,2%.
I social network offrono la possibilità di approfondire il rapporto con i nostri potenziali clienti senza limitarsi a canali di promozione tradizionali come giornali, Tv e radio.
A differenza delle tradizionali attività di marketing, quelle svolte con il supporto dei social media consentono di acquisire in maniera approfondita i dati di profilazione di ogni singolo utente. In questo modo è possibile costruire nel corso del tempo un’attività di CRM (Customer Relationship Managemnet) che sia orientata alle effettive esigenze dei clienti e che favorisca la crescita ed il rafforzamento della loyalty, ossia della fedeltà espressa dai clienti nei confronti del brand.
La aziende che utilizzeranno un approccio di marketing più innovativo, che prevede anche l’utilizzo dei social media, avranno la possibilità di acquisire un vantaggio competitivo e quindi avere maggiori possibilità di successo sul mercato. 

 

Edizione 2011 Lavoro e qualità, tra Ragione e Passione
Edizione 2012 Flessibilità, innovazione e valore delle risorse umane